Le scuole di Merate perdono la testa  Da settembre senza preside né vice
MERATE - La scuola media Manzoni (Foto by Fabrizio Alfano)

Le scuole di Merate perdono la testa

Da settembre senza preside né vice

Vertici azzerati, l’istituto comprensivo

verrà affidato a un reggente

Amministratori e genitori preoccupati a Merate perché, da settembre, l’istituto comprensivo non avrà più un preside.

Una situazione comune a molte scuole, ma che in città suscita apprensione perché l’uscita di scena di Alberto Ardizzone si verifica in contemporanea con le indiscrezioni secondo cui la vicaria Daniela Mentil non intende più fare la vice ; in aggiunta, la direttrice dei servizi amministrativi Daniela Canciani va in pensione.

In un solo colpo, insomma, tutti i vertici scolastici dovranno essere sostituiti e sotto la torre di Castello Prinetti si temono conseguenze a livello organizzativo per i plessi di primarie e secondarie oltre che di asilo, che contano un migliaio di alunni.

Tra le prime ad andare in allarme, l’assessore all’istruzione Silvia Sesana. «Il mio primo passo sarà certamente quello di parlare con l’ufficio scolastico provinciale - fa sapere - Certamente, da settembre, contiamo di avere una reggenza; ma è chiaro che un istituto come il nostro ha bisogno di figure di riferimento fisse».

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare